Picasso. La scultura

24.10.2018 / 03.02.2019

 

Apre alla Galleria Borghese il 24 ottobre la prima mostra in Italia dedicata al Picasso scultore.

La mostra intende proseguire il lavoro di indagine sul concetto di scultura che il Museo sta portando avanti da molti anni attraverso maestri di epoche diverse. Pensata come un viaggio attraverso i secoli, seguendo il filo cronologico dell’interpretazione plastica delle forme, l’evento presenta 56 capolavori del grande maestro realizzati dal 1905 al 1964, fotografie di atelier inedite e video che raccontano il contesto in cui le sculture sono nate.

Fu durante il suo viaggio a Roma e a Napoli nel 1917 che Picasso ebbe modo di confrontarsi per la prima volta in situ con la scultura dell’antichità romana, con il Rinascimento, ma anche con le pitture murali pompeiane. Una visita alla Galleria Borghese gli permise di studiare le sculture di Bernini, del quale ritrovò le opere anche nella Basilica di San Pietro in Vaticano, che gli svelò inoltre il Michelangelo della Cappella Sistina.

La mostra alla Galleria Borghese tiene conto della sua esperienza di contatto con l’arte italiana per tornare a riflettere su grandi temi legati alla pittura e soprattutto alla scultura dal Rinascimento in avanti.

La maggior parte dei critici che ha riconosciuto l’influenza dei grandi maestri sul lavoro pittorico di Picasso, infatti, non ha saputo stimare l’impatto che la conoscenza dell’arte del passato ha avuto sulla sua scultura. In conseguenza di ciò le consonanze visive e concettuali generate dal dialogo che si propone con la mostra alla Galleria Borghese aprono nuovi campi di riflessione.

 

 

APPROFONDIMENTI / INSIGHTS

Come leggere la mostra

How to read the exhibition

Scheda catalogo

Catalogue

Comunicato stampa mostra Picasso.La scultura

Press release Picasso.The sculpture

Picasso. La scultura

Picasso con una maschera da toro in vimini originariamente destinata all’allenamento dei toreri. Diventa un Minotauro vivente. Accanto a lui una scultura eseguita con scarti di legno con elementi dipinti su di essa.

La Californie, Cannes, 1959

 

Pablo Picasso

Testa femminile1931

Bronzo 86 x 32 x 48,5 cm

Parigi, Musèe national Picasso-Paris

 

Pablo Picasso

Testa femminile 1931

Cemento 96 x 38 x 49 cm

Antibes, Musèe Picasso

 

 

 

Di notte, con i disegni per il libro di Edward Quinn Picasso at Work.

Mas de Notre-Dame-de-Vie, Mougins, 1961

 

 

 

Pablo Picasso

Bagnante 1931

Bronzo 70 x 40,2 x 31,5 cm

Parigi, Musèe national Picasso-Paris

 

Cartoncini ritagliati e sculture in metallo, in gran parte ispirati all’aspetto di Jacqueline.

Studio di scultura, piano terra. Mas de Notre-Dame-de-Vie, Mougins, 1974

 

Pablo Picasso

Donna a braccia aperte 1961

Lamiera tagliata, piegata e dipinta, con rete in ferro 183 x 177,5 x 72,5 cm

Parigi, Musèe national Picasso-Paris

 

Picasso e Jacqueline con Esmeralda, la capra che ebbe in dono da Jacqueline.

La Californie, Cannes, 1956

Pablo Picasso

Donna con arancia o Donna con mela (dettaglio) 1934

Bronzo 180,5 x 75 x 67,5 cm

Parigi, Musèe national Picasso-Paris